Gravis - Torre 0-1

Vamos Torre

Al campo Comunale di S. Giorgio della Richinvelda, si affrontano la squadra locale del Gravis, in completa tenuta blu e la squadra ospite del Torre nel classico colore viola. Si ricomincia a giocare dopo tre settimane di stop forzato a causa del rinvio delle precedenti gare con FiumeBania e Bannia. Il terreno si presenta in non perfette condizioni e molto buona è la cornice di pubblico presente, che non ha mai smesso un istante di sostenere i ragazzi del Torre.

Nello spogliatoio Mister Acquaviva, comincia a dare le indicazioni ai ragazzi per come disporsi in campo e ricorda l’importanza di approccio alla partita visto che l’inattività di venti giorni potrà creare delle difficoltà. L’ arbitro da inizio alla gara e già delle prime battute di gioco si capisce quale sarà la trama dall’incontro: il Torre che cerca di fare la partita con fraseggi stretti e verticalizzazioni, dall’altra il Gravis a cercare di bloccare il gioco degli avversari. Un Gravis disposto molto bene dal proprio tecnico che è rimasto in partita fino all’ultimo secondo di gara.

. Nel primo tempo il pallino del gioco lo tiene il Torre ma gli avanti Viola hanno le polveri bagnate e il portiere ospite rimane inoperoso: a referto vanno quindici calci d’angolo che non portano a niente. Inizia il secondo tempo e per i primi venticinque minuti di calcio se ne vede ben poco a causa di molte interruzioni e di conseguenza i due portieri restano a guardare.

Alla mezz’ora di gioco arriviamo all’episodio che ha spostato gli equilibri della gara: da un calcio d’angolo dalla destra battuto da Bassi, il portiere locale cerca la presa ma riesce solamente ad accompagnare la sfera all’interno della propriamente porta per l’esultanza dei ragazzi Viola.

Adesso il Gravis sembra accusare il colpo e i ragazzi di Mister Acquaviva hanno la possibilità di raddoppiare nel giro di un paio di minuti con Accardi prima che spara alto e poi con Bassi che in due occasioni si fa ipnotizzare dal portiere.

Il direttore di gara segnala quattro minuti di recupero ed è proprio all’ultimo secondo che il Gravis può pervenire al pareggio ma il proprio attaccante ad un metro dalla porta calcia alto. Un Torre che porta a casa un risultato fondamentale per la classifica, che lo colloca al quinto posto, ma che dovrà affrontare il recupero di mercoledì con il FiumeBannia con una condotta diversa per poter rimanere nei quartieri nobili e allontanare così una diretta rivale per i posti che contano.

VAMOS TORRE!!!!

💜💜💜