Domenica 28 Aprile 2019

( SANGIORGINA 0 – TORRE 4 )

“La partita che vorresti sempre giocare” Mister Springolo esordisce così nel solito discorso iniziale ed ad ascoltarlo sono i suoi ragazzi concentrati e consapevoli della posta in palio oggi. La vittoria porterebbe il distacco dalla inseguitrice Sangiorgina a 4 punti quando mancano solo due giornate alla fine, mentre una sconfitta potrebbe compromettere definitivamente il primato.

Il campo è in perfette condizioni ed il meteo ci regala due ore bizzarre a tratti con tempo soleggiato e a volte piovoso con sul finale anche qualche piccola raffica di vento a caratterizzare quella che [ la quinta partita di ritorno della FASE II.

Mister Springolo carica i Viola e conferma che la crescita del gruppo lo mette a dura prova quando deve scegliere la formazione iniziale, in quanto tutti sono meritevoli di giocare, ma solo 11 possono scendere in campo.

La Sangiorgina parte bene con buoni fraseggi sullo stretto e i Viola impiegano i primi 10-15 minuti per prendere le misure all’avversario, quando poi con alcuni accorgimenti e suggerimenti del Mister si mettono nuovamente in ordine ed iniziano subito a prendere metri e gioco.

Al 17° una buona triangolazione Dal Negro, Zaramella, Dal Negro permette a quest’ultimo di perfezionare l’assist a Pizzioli che da dentro l’area dopo aver superato un avversario si accentra e di sinistro spara sul sette una palla imprendibile per il portiere Della Ricca.

Il Torre prende coraggio ed è concreto con la retroguardia composta dai soliti D’Incecco, Toppan, Di Rosa e Banda che non concedono spazi agli avversari. Ottimo il lavoro di filtro a centrocampo di Dal Negro e Zaramella egregiamente aiutati dagli esterni pronti, quando serve, a ripiegare sotto la linea della palla.

Fioccano le occasioni, al 20° minuto su una respinta corta della difesa di casa,  arriva Pizzioli che di sinistro calcia di prima intenzione, con la palla che finisce sul palo.

Al 23° una veloce ripartenza Viola sulla destra, palla in mezzo per Gilbert che la gira ad Hasolli che sbaglia da buona posizione, quattro minuti dopo Leoni lanciato a rete viene fermato fallosamente al limite dei 16 metri. Punizione che lo stesso Leoni trasforma con un tiro forte e preciso, che passa sotto alla barriera.

Qualche minuto dopo lo stesso Leoni è protagonista, anche se involontario, dell’assist a Gilbert che al centro dell’area avversaria con un tiro secco firma il 3 a 0 prima del riposo.

Sempre e solo Torre anche nella seconda parte di gara, il ritmo cala un po’  poiché entrambi le formazioni hanno speso molto. La Sangiorgina continua con buoni passaggi e triangolazioni ma senza farsi mai pericolosa dalle parti del nostro portiere Furios, che  comanda la difesa, anche se poco chiamato in causa.

I Viola sono spesso più concreti nelle giocate, Hasolli va al tiro in un paio di occasioni ma il primo è fuori di poco e il secondo impegna il portiere che si rifugia in angolo. Il Torre trova anche il 4° gol a 10 minuti dalla fine, rete
quest’ultima che taglia definitivamente le gambe agli avversari con una ripartenza Viola micidiale sulla sinistra: 4 passaggi di prima mandano al tiro il neo-entrato Crapa sulla cui respinta di Della Ricca arriva ancora Gilbert che a porta vuota segna l’ultimo gol della giornata, a testimonianza della superiorità espressa in campo.

La Sangiorgina si butta in avanti alla ricerca del gol della bandiera e sul finale recrimina per un rigore, quando Furios esce sulla punta avversaria lanciata a rete che finisce a terra ma l’arbitro concede solo un calcio d’angolo.

Con la vittoria di oggi il Torre mantiene il primato in classifica. Grazie come sempre ai genitori che hanno seguito i loro ragazzi anche  sotto l’ombrello.


Arrivederci alla prossima partita!!!
Forza Torre Forza Ragazzi…. LET’S GO PURPLE!!!

It is ruled by the psychotherapists association’s ghostwriting expose code of conduct