Domenica 19 Maggio 2019

SANVITESE 2 – TORRE 4

SEMAFORO VERDE E IL TORRE PASSA A SAN VITO AL TAGLIAMENTO CON TANTO “CUORE, CORAGGIO, CARATTERE E CERVELLO”

Al comunale di Savorgnano il campo si presenta in perfette condizioni malgrado le insistenti piogge degli ultimi giorni, ed è tutto perfetto per la prima delle due partite tra le tre capoliste nei rispettivi gironi  B-C-D. Le squadre prime qualificate si incontreranno per contendersi la Coppa Regione Friuli-Venezia-Giulia.

Il Torre oggi vede assente Hasolli che deve scontare una giornata di squalifica, Trevisan infortunato oltre a Crapa e Barbisin non ancora recuperato anche se il Mister ha chiamato dai 2005 in aiuto alla rosa Ortolani. Mister Springolo analizza ed espone la possibile chiave di lettura che è elemento essenziale in queste importanti partite e con i ragazzi nel solito discorso pre-partita trova le motivazioni per “caricare la truppa” facendo presente che partite di questo livello sono da considerarsi quale  “PREMIO” per quello che i ragazzi sin qui si sono meritati in campo e che ora in questa fase finale si può solo che raccogliere altre soddisfazioni.

Prevedendo un gioco di possesso palla da parte dei Biancorossi della Sanvitese, il Mister Viola mette in campo il modulo 4-3-1-2, creando copertura a centro campo e chiedendo il sacrificio alle due punte e di rientrare sotto la linea della palla quando vengono attaccati, creando così gli spazi giusti per ripartire.

Lettura azzeccata da parte di Mister Springolo, in quanto le prime occasioni nascono proprio dagli spazi creati sulla trequarti: dopo soli 4 minuti, Dal Negro di testa mette la palla su un corridoio centrale per Gilbert, che arrivato al limite dell’area spara una palla imprendibile per il portiere Dalla Bona ed è subito vantaggio Viola. I ragazzi di Mister Perin non si scoraggiano e pressano i Viola che si difendono alla meglio, rifugiandosi spesso in calcio d’angolo. Al 15° una leggerezza difensiva Viola, su palla in uscita, mette un attaccante biancorosso dentro l’area che però perde il tempo e non conclude, facendosi recuperare dai centrali difensivi del Torre.

Al 25° ancora Dal Negro si destreggia nel cuore di centrocampo e serve Pizzioli che di prepotenza va via a due avversari e dai 20 metri calcia un tiro potente che si infila a fil di palo per il secondo gol degli ospiti. Poco o nulla succede nei 10 minuti che restano prima del riposo, i Viola amministrano il vantaggio, contenendo le avanzate Biancorosse.

La seconda parte della gara è subito frizzante; la Sanvitese è una buona squadra e lo dimostra mettendo spesso in difficoltà la retroguardia del Torre. Al 7° un lancio sulla sinistra pesca l’esterno della Sanvitese, lasciato solo, che entra in area e batte a colpo sicuro, ma Furios si oppone con grande prontezza e ribatte il tiro. I Viola in difficoltà si affidano alle ripartenze; Leoni, imbeccato da una buona triangolazione con Gilbert, entra in area, ma il portiere Dalla Bona si oppone in uscita salvando la propria porta. Mister Springolo cambia qualche pedina inserendo forze fresche, ma è ancora la punta della Sanvitese che al 13° scende sulla sinistra, calcia in mezzo a un groviglio di gambe, ma la palla colpisce il palo alla sinistra di Furios forse per un preludio al gol che arriva due minuti dopo un’altra azione con scambi veloci che mettono al tiro da dentro l’area Tsarchosi e la Sanvitese accorcia le distanze.

Al 23° Leoni lanciato da Pizzioli viene falciato sul vertice sinistro dell’area, con conseguente punizione che lo stesso Leoni calcia con potenza e precisione, togliendo le ragnatele alla destra di Dalla Bona, un gol spettacolare. Il Torre galvanizzato dalla terza segnatura si ricompone in difesa e trova nuova linfa; al 26° Gilbert, lanciato a rete, entra in area e viene sgambettato, l’arbitro assegna il giusto rigore che Dal Negro trasforma con freddezza.

Negli ultimi minuti il gioco è spesso frammentato tra vari cambi  di entrambe le formazioni e piccoli infortuni, con la Sanvitese che allo scadere del tempo regolamentare trova da calcio d’angolo il gol del 4 a 2, che fissa il risultato. Quattro i minuti di recupero nei quali non succede quasi nulla e il Torre si porta a casa un’importante vittoria, frutto di una partita giocata con quattro “C” Cuore, Carattere, Coraggio e Cervello

Il Match di oggi ha visto un Torre concentrato e motivato, bravi tutti i ragazzi e soprattutto il Mister che ha letto bene la partita e ha trasmesso le giuste indicazioni ai suoi giocatori, per portare a casa un importante risultato.

La prossima partita domenica 26 Maggio vedrà il Torre contro il Martignacco. Vi aspettiamo numerosi allo stadio per tifare TORREEEEE!!!!

Arrivederci al prossimo appuntamento!!!
Forza Torre Forza Ragazzi…. LET’S GO PURPLE!!!