Domenica 05 Maggio 2019

( TORRE 3 – ZAULE 0 )

Oggi a Torre Tempaccio da lupi tanto che l’arbitro consulta i 2 capitani per valutare le condizioni del terreno di gioco ben un’ora prima di iniziare. Il referto del direttore di gara è che il campo è considerato idoneo e la voglia di giocare è Tanta. Inizia quindi il rituale del pre-partita e Mister Springolo mette subito le cose in chiaro con i suoi ragazzi: “oggi possiamo raccogliere con una giornata d’anticipo il frutto del lavoro e dei sacrifici fatti durante l’anno e se a qualcuno tremano le gambe me lo dica subito perché in campo OGGI VOGLIO SOLO GENTE DECISA !!!” Viste le condizioni meteo e il campo pesante il Mister ricorda ai ragazzi che questi sono elementi che in una partita possono azzerare la differenza di qualità tra le compagini e coglie l’occasione per ricordare che oggi è il 5 maggio e potrebbe far venire alla memoria una riccorrenza sportiva che per alcuni alegga ancora come un fantasma (grazie Mister per il pensiero…).

I ragazzi sono carichi anche se il Mister teme un calo di tensione per il rischio di prendere sotto gamba l’avversario e quindi da buon condottiero è pronto a spronare la ciurma a partire subito a mille.

Lo schema scelto per iniziare è il 4  3  3 anche se il pregio di questo gruppo è la duttilità dei ragazzi a cambiare modulo e gioco con grande facilità, adattandosi alle esigenze agli avversari ed alle indicazioni date dal Mister in corso d’opera.

Lo Zaule, fanalino di coda del girone D, è una delle poche società in Regione ad avere gli stessi colori sociali del Torre e quindi oggi la maglia color Viola viene concesso agli ospiti come da regolamento, mentre i padroni di casa indossano la seconda divisa completamente bianca.

Parte subito forte il Torre e nel primi 30 minuti si contano ben sette palle gol per i ragazzi di Mister Springolo; Tre di queste vengono neutralizzate dal portiere, ed altrettante sparate fuori bersaglio da posizione favorevole ed una su tiro da fuori area si stampa sul palo. Al 30° ennesima incursione sulla sinistra di Hasolli che già si era messo ben in evidenza nelle azioni precedenti che viene atterrato dentro l’area. Non ci sono dubbi per l’arbitro: è rigore ! Dal Negro trasforma anche se il portiere intuisce la traiettoria e di poco accarezza la sfera. Passano solo tre minuti e al 33° D’Incecco raccoglie una respinta della difesa avversaria e con una rasoiata potente da 20 metri manda al riposo il Torre sul meritato risultato di 2 a 0.

Nella seconda parte il Torre perde un po’ di brillantezza e alcune giocate non si concludono, anche per le condizioni del campo che con il passare dei minuti diventa sempre più pesante. Per far rifiatare i giocatori che hanno speso molto, Mister Springolo dà spazio ai ragazzi della panchina mettendo forze nuove in campo.

Al 12° della seconda frazione di gioco Gilbert lanciato a rete, viene falciato al limite dell’area e l’arbitro senza indugi concede il secondo penalty, non senza scatenare la proteste da parte della panchina dello Zaule. Nuovamente Dal Negro si trova a calciare dal dischetto ma questa volta le misure ci sono e su un tiro a mezza altezza il portiere non può fare altro che raccogliere la palla in rete per il 3 a 0.

Negli ultimi 15 minuti il gioco diventa molto disordinato, prevale la stanchezza ed il campo pesante anche se cercando giocate individuali si permette allo Zaule di prendere qualche metro di campo e creare delle ripartenze è sempre il Torre a tenere le redini del gioco tanto che la difesa del Torre è impegnata poco o nulla.

Al triplice fischio esulta il Torre con enorme felicità per lo storico traguardo raggiunto con una giornata di anticipo che ad inizio stagione pareva più che un miraggio e che oggi è “TANTA ROBA…….”

In ultimo a corollario di un’importante stagione ci pare comunque importante fare delle riflessioni:

Dedicata ai Mister: “ La vittoria è sempre nel pugno di pochi. Provare a preparare questa pattuglia di eroi è il segreto di ogni vittoria”

Per i giocatori: “Il successo non viene solo con la vittoria, ma talvolta anche già col voler vincere” 

Per i genitori e sostenitori: “Dove c’è unità, c’è sempre la vittoria” 

ma sopratutto………

“Chi vince festeggia, chi perde spiega”

Arrivederci alla prossima partita!!!
Forza Torre Forza Ragazzi…. LET’S GO PURPLE!!!